STORIE

Misteri La Porta Palatina di Torino è uno degli esempi meglio conservati di porta urbica ed è considerato il più cospicuo erede della nostra città dei tempi romani. Il nome, anche se probabilmente non è quello originario, suggerisce tale antica importanza e continua a rappresentare la principale testimonianza della città di un tempo, nonché essere considerata una delle porte urbiche del I secolo a.C. meglio conservate al mondo. La Porta Palatina era la Porta Principalis Dextera che consentiva l’accesso da settentrione alla Julia Augusta Taurinorum, ovvero la civiltà romana, primo nucleo di Torino. Nel corso dei secoli questa zona fu scenario e oggetto di molti restauri e lavori architettonici che ne apportarono modifiche o migliorie, anche in base alle richieste di re e sovrani. Questo incessante processo portò fino al periodo della Prima Guerra Mondiale in cui i lavori vennero sospesi per poi essere ripresi successivamente. A subire più alterazioni furono le torri che subirono diverse trasformazioni. La zona della Porta Palatina, oggi reperto storico importante, è sempre stata oggetto di storie interessanti e misteriose: agli inizi del ‘900 si divulgò la leggenda, sulla base delle ricerche del giornalista Viriglio, che aveva come protagonista Ponzio Pilato prigioniero della città di Torino. Nello stesso Vangelo di Luca, infatti, si legge che Pilato cadde in disgrazia poiché accusato di numerosi stragi, l’ultima ai danni dei Samaritani che si rivolsero a Vitellio che, nel 36 d.C., inviò il carnefice di Gesù a Roma per essere giudicato dall’imperatore Tiberio. Alcune fonti, invece, sostengono che Pilato fu mandato in esilio in Francia e che sostò prigioniero a Torino, rinchiuso proprio nelle Torri Palatine. Facendo riferimento a tempi più vicini a noi, nel 2006 in occasione dei Giochi Olimpici Invernali a Torino, l’area della Porta Palatina fu ridisegnata e divenne di nuovo un “ingresso ideale” per il turista o il torinese interessato a rivivere la magia del periodo romano in una delle zone della città più antica e ricca di storia. Vuoi ammirare da vicino le Torri Palatine, ascoltando di scandali e gossip del 1700? Photo Credits: Museo Torino

© © 2020 Somewhere snc di Ambroggio N. e Audi L. - P.IVA 07853780018

Navigation

Social Media